Come comprimere un video e quali software utilizzare

0

fede

 

Chi vuole sapere come comprimere un video e quali software utilizzare ha a disposizione diversi programmi per conseguire l’obiettivo.

Comprimere un video

Uno tra i più utilizzati si chiama HandBrake, ed è apprezzato perché è open source e gratuito, ma soprattutto semplice da usare: è sufficiente selezionare il video da trattare e poi avviare la compressione scegliendo il formato di destinazione che si desidera. Tra l’altro, con le impostazioni personalizzate si possono modificare varie proprietà, per chi vuole modificare anche i dettagli più piccoli.

Per comprimere un video, poi, si può utilizzare anche il software MakeMKV: anche in questo caso, si tratta di un programma gratuito. Come suggerisce il nome, Blu-Ray e Dvd possono essere compressi in formato MKV, anche nel caso in cui i video siano caratterizzati dalla presenza delle protezioni anti-copia più recenti. Si può scaricare gratis, ma una volta concluso il periodo per il beta testing resta free unicamente per i Dvd.

Molto interessante, inoltre, è Freemake Video Converter, destinato a Windows: permette di comprimere video in formato 3GP, MKV, WMV, MP4 e AVI, e in più consente di rippare DVD ed estrapolare in MP3 l’audio dei video. Anche in questo caso, le possibilità di personalizzazione sono molteplici.

Infine, l’ultimo modo per comprimere un video è quello di utilizzare il software Free Media Converter: dopo averlo scaricato e eseguito, è necessario fare clic sul tasto Add Files e scegliere il nome del dispositivo al quale il video è destinato. Quindi si seleziona il video da comprimere e si clicca su Convert: il processo dura pochi secondi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − 4 =