Sapevamo tutto fin da 20 anni fa: un altro evento predetto si è avverato

0

Il Vision Pro sembra essere molto popolare tra gli influencer e i YouTuber negli Stati Uniti. Tuttavia, alcuni sostengono che la sua comparsa era stata precedentemente prevista da un popolare cartone animato.

Si definisce “computer spaziale” o visore virtuale. Non sembra aver risolto i problemi comuni dei visori virtuali, il nuovo Vision Pro di Apple. Costruito su misura, risulta tuttavia ingombrante e pesante. Si tratta del nuovo visore della casa di Steve Jobs.

Chiunque lo utilizzi sembra poco a suo agio: il collo è visibilmente curvo sotto il peso del visore e l’espressione sudata e concentrata. Il visore viene attivato tramite i movimenti delle mani e, di nuovo, si percepisce chiaramente un senso di alienazione mentre la persona apre e chiude le mani o fa strani gesti di fronte al viso. Non sorprende, quindi, che il visore virtuale sia lontano dall’essere uno strumento efficace, nonostante l’ergonomia e l’efficacia di base di Apple.

Nonostante ciò, grazie alla popolarità di Apple, ci sono persone negli Stati Uniti che decidono comunque di provarlo. In particolare nella Silicon Valley, non è raro vedere giovani al lavoro seduti su una panchina o in un Starbucks con una tazza in mano e l’altra intenta a disegnare segni misteriosi nell’aria, “catturati” dal visore.

Queste scene di alienazione quotidiana hanno avuto successo sui social. Alcuni addirittura si sono messi a camminare per le strade americane con il Vision Pro sulla testa, sovrapponendo il virtuale e il reale. Il percepito disagio da parte dei cittadini si è manifestato con il recupero di un vecchio episodio de I Simpson del 2017.

Si trattava di un episodio in cui si ironizzava sull’utilizzo dei visori di realtà aumentata. La famiglia Simpson appare completamente estraniata dalla realtà a causa dell’uso dei visori. Questa satira sembrava anticipare gli effetti spiacevoli del Vision Pro, ma in realtà riguardava l’Oculus Rift di Meta, l’azienda di Facebook che aveva tentato senza successo di rendere popolare il nuovo visore.

Ce lo avevano detto 20 anni fa se non di più e noi non ci abbiamo creduto: un altro evento predetto ed accaduto

Il Vision Pro della Apple sta guadagnando popolarità tra influencer e Youtubers, nonostante sia ingombrante e pesante, non risolvendo i problemi dei visori virtuali. Negli USA alcuni si cimentano nell’uso del visore, ma la sensazione di alienazione è evidente. Ad anticipare questo scenario sembra essere stata una puntata dei Simpson del 2017 che ironizzava sull’uso dei visori di realtà aumentata. Tuttavia, la satira era rivolta all’Oculus Rift di Meta e non al Vision Pro.