Sam Altman cerca investitori per rivoluzionare la produzione di chip di intelligenza artificiale: un’opportunità da non perdere!

0

Sam Altman, co-fondatore di OpenAI, è alla ricerca di nuovi investitori per raccogliere trilioni di dollari e rivoluzionare l’industria dei chip di intelligenza artificiale. Secondo quanto riportato dal The Wall Street Journal, Altman ha avviato discussioni sul progetto con diversi investitori degli Emirati Arabi Uniti, tra cui lo sceicco Tahnoun bin Zayed al Nahyan, figlio del fondatore degli Emirati Arabi Uniti, e lo sceicco Mohamed bin Zayed al Nahyan, attuale presidente degli Emirati Arabi Uniti e sovrano di Abu Dhabi. Altman avrebbe anche coinvolto Masayoshi Son, CEO di SoftBank, e alcuni rappresentanti di Taiwan Semiconductor Manufacturing Co., il più grande produttore indipendente di semiconduttori al mondo.

L’obiettivo di Altman è quello di finanziare un’iniziativa ambiziosa finalizzata a potenziare le capacità dei chip attuali, migliorando il supporto ai carichi di lavoro dell’intelligenza artificiale e eliminando i vincoli che impediscono la crescita di OpenAI, soprattutto la scarsità di chip. Secondo fonti vicine ad Altman e OpenAI, il progetto potrebbe richiedere un investimento di 5 trilioni ai 7 trilioni di dollari.

L’obiettivo finale di Altman è dare vita all’infrastruttura necessaria a supportare e aumentare la produzione di semiconduttori in vista di un aumento della domanda, soprattutto per GPU e chip pensati per l’IA. Tuttavia, sorgono delle preoccupazioni, in particolare in ottica geopolitica, poiché gli eventuali investimenti degli Emirati Arabi Uniti andrebbero contro gli obiettivi strategici del governo degli Stati Uniti.

Al momento non sono disponibili aggiornamenti sullo stato delle trattative e non è ancora chiaro a che punto siano le contrattazioni. La fonte dell’articolo è il sito web del The Wall Street Journal.

Sam Altman cerca investitori per aumentare la produzione di chip di IA

Sam Altman, co-fondatore di OpenAI, sta cercando nuovi investitori per raccogliere trilioni di dollari e rivoluzionare l’industria dei chip di intelligenza artificiale. Si dice che abbia discusso del progetto con investitori degli Emirati Arabi Uniti e altri. L’obiettivo è finanziare un’iniziativa ambiziosa che potenzierebbe le capacità dei chip attuali e risolverebbe la scarsità di chip di OpenAI. Il progetto potrebbe richiedere dai 5 ai 7 trilioni di dollari. Tra gli investitori nominati ci sono lo sceicco Tahnoun bin Zayed al Nahyan, il figlio del fondatore degli Emirati Arabi Uniti, e lo sceicco Mohamed bin Zayed al Nahyan, presidente degli EAU. Altman si è rivolto anche a Masayoshi Son, CEO di SoftBank, e a rappresentanti di Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. L’obiettivo di Altman è creare l’infrastruttura necessaria a supportare e aumentare la produzione di semiconduttori, in particolare per GPU e chip pensati per l’IA. Ci sono preoccupazioni in ottica geopolitica, poiché gli investimenti degli Emirati Arabi Uniti andrebbero contro gli obiettivi strategici del governo degli Stati Uniti. Al momento, non ci sono aggiornamenti sulla questione e non è chiaro a che punto siano le negoziazioni. La fonte dell’articolo è www.wsj.com.