In aumento le auto elettriche incidentate: cos’è successo alle rottamate con danni lievi?

0

Lo scorso anno, un articolo affermava che se la batteria di un’auto elettrica si graffiasse, l’auto sarebbe da buttare. Tuttavia, l’attuale situazione mette in evidenza un problema ancora più grande: buttare via le batterie così presto danneggia l’ambiente più di quanto guidare un’automobile a benzina.

Le criticità legate a questo problema possono essere distinte in tre diversi aspetti. In primo luogo, c’è la questione ambientale, in quanto le batterie dismesse in molti paesi non vengono riciclate tempestivamente, comportando un grave rischio di inquinamento e di incendio nei depositi.

In secondo luogo, c’è il problema della scarsa sostenibilità per i produttori di automobili elettriche. Infine, c’è l’aspetto economico per i consumatori, in quanto sostituire la batteria di un veicolo elettrico in caso di incidente comporta costi elevati, aggravando il già alto costo di acquisto di un’auto elettrica rispetto a una a combustione.

Secondo Christoph Lauterwasser, amministratore delegato dell’Allianz Center for Technology, il problema delle batterie scartate è in costante aumento, poiché la mancanza di accesso ai dati delle batterie danneggiate rende la diagnosi praticamente impossibile. Inoltre, la produzione delle batterie delle auto elettriche emette molta più CO2 rispetto ai veicoli a combustione, rendendo necessario percorrere migliaia di chilometri prima di compensare le emissioni extra.

Il problema si aggrava ulteriormente per le compagnie assicurative, che non potendo valutare il danno, sono costrette a rottamare le auto anche se hanno percorso solo pochi chilometri, aumentando vertiginosamente il prezzo delle polizze.

Alcuni produttori come Ford e General Motors stanno cercando soluzioni per facilitare la riparazione delle batterie, ma ci sono altri, come Tesla, che sembrano ignorare il problema. Tesla, ad esempio, utilizza batterie nella Model Y con una riparabilità di grado zero, incollate come parte della struttura dell’automobile.

Recentemente, è stata presentata la prima Lancia Y completamente elettrica, che verrà svelata completamente a San Valentino. Questo dimostra un’imminente evoluzione nel settore delle auto elettriche, ma è necessario affrontare urgentemente la questione delle batterie scartate per garantire una sostenibilità reale e duratura del settore.

Troppe auto elettriche incidentate vengono rottamate con danni lievi

Il testo parla dei problemi legati alle batterie delle auto elettriche. Si evidenziano tre criticità: l’impatto sull’ambiente, la sostenibilità della produzione e il costo elevato per il consumatore. Inoltre, si sottolinea che il problema delle batterie scartate sta aumentando perché i produttori non rendono la diagnosi delle batterie danneggiate accessibile. Questo comporta un aumento dei prezzi delle assicurazioni e una perdita del vantaggio in termini di emissioni. Alcuni produttori stanno lavorando per facilitare la riparazione delle batterie, ma altri sembrano ignorare il problema. In particolare, Tesla utilizza batterie con bassa riparabilità. Infine, viene menzionata la presentazione della prima Lancia Y completamente elettrica.