Il mutuo a tasso variabile è la scelta giusta in questa situazione: scopri perché

0

Aprire un mutuo dopo lo scoppio della crisi economica è ormai un’impresa difficile. I giovani e coloro con un reddito medio o basso sono i più colpiti da questa situazione. Tuttavia, sembra che per i mesi di novembre e dicembre ci sia una novità importante: sarà possibile ridurre la rata grazie a un escamotage legale. Vediamo come è possibile farlo.

Scegliere di aprire un mutuo è sempre una decisione importante e spesso è legata a progetti significativi come l’acquisto di una casa, l’apertura di un’attività o l’acquisto di un’auto. Questa decisione, oggi, non è da prendere alla leggera a causa della situazione economica e politica non proprio favorevole.

Al momento di scegliere un mutuo, ci si trova di fronte a due possibilità principali: un mutuo a tasso fisso e un mutuo a tasso variabile. Nel primo caso, il tasso rimane lo stesso per tutta la durata del contratto e il piano di ammortamento. Con il mutuo a tasso variabile, il tasso dipende dall’andamento del mercato finanziario e dall’Euribor, il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in euro. Questo significa che se l’Euribor aumenta, si pagherà una rata più alta, e viceversa.

Il mutuo a tasso variabile può avere un tasso iniziale più basso rispetto a quello fisso, ma può subire variazioni nel tempo a seconda del mercato finanziario. È una scelta che può essere rischiosa, ma potrebbe essere una soluzione temporanea per chi non riesce più a sostenere il mutuo attuale.

È importante valutare attentamente le proprie risorse economiche e finanziarie prima di decidere. Inoltre, consultare la propria banca per chiedere informazioni su un eventuale passaggio tra novembre e dicembre potrebbe essere vantaggioso, ma è necessario rispettare alcune condizioni, come non essere dei cattivi creditori, secondo le direttive della banca.

Conviene sempre il mutuo a tasso fisso, tranne in questo caso | In questa situazione conviene al 100% il variabile

Aprire un mutuo dopo lo scoppio della crisi economica è diventato difficile, soprattutto per i giovani. Tuttavia, è possibile abbassare la rata del mutuo grazie a un escamotage legale nei mesi di novembre e dicembre. La scelta del mutuo è importante e si può optare per un tasso fisso o variabile. Il mutuo a tasso variabile dipende dall’andamento del mercato finanziario e potrebbe essere rischioso. Tuttavia, potrebbe essere una soluzione temporanea per chi ha difficoltà a sostenere il finanziamento attuale. È consigliabile consultare la propria banca per maggiori informazioni e valutare se conviene effettuare un cambio tra novembre e dicembre. Sono necessarie alcune condizioni, come non essere un cattivo pagatore, per poter effettuare questo cambio.