Guidare auto potenti da neopatentati: quali limiti impone il Codice della strada per i primi 3 anni?

0

Le modifiche al Codice della Strada continuano a emergere in seguito all’approvazione degli emendamenti da parte della commissione Trasporti della Camera. L’ultima novità riguarda le limitazioni di guida per i neopatentati. Il Governo ha deciso di rendere più severe tali disposizioni a seguito di alcuni fatti di cronaca.

Attualmente, per i neopatentati la normativa (articolo 117 del Codice della Strada) prevede che per il primo anno dal rilascio della patente di guida di categoria B non sia consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t. Per i veicoli di categoria M1, viene applicato un ulteriore limite di potenza massima pari a 70 kW. Tuttavia, le limitazioni non si applicano in presenza di persone invalide autorizzate o di un istruttore in funzione.

I nuovi limiti per i neopatentati prevedono che per i primi tre anni dal rilascio della patente non sarà consentita la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica superiore a 75 kW/t, estendendo i limiti temporali e aumentando la potenza massima consentita per i veicoli di categoria M1.

Il provvedimento, attualmente in discussione, prevede che i neopatentati potranno guidare vetture di maggiore potenza rispetto alla formulazione iniziale. Tuttavia, il testo è ancora soggetto a modifiche prima di essere approvato in Aula e nel Senato.

Recentemente sono emerse anche novità riguardo alla sospensione breve della patente per chi viene trovato a guidare con il cellulare in mano, with also changing economic sanctions. Le sanzioni previste per questa infrazione verranno aumentate rispetto a oggi, ma saranno inferiori rispetto a quanto inizialmente previsto.

Attualmente, chi viola le disposizioni sull’uso del cellulare mentre si guida è soggetto a una sanzione economica che va da 165 a 660 euro, con la possibilità di sospensione della patente nel caso di recidiva entro due anni.
Se non ci saranno ulteriori modifiche, la sanzione minima salirà a 250 euro mentre quella massima a 1.000 euro. Il ddl iniziale prevedeva cifre più elevate. In caso di recidiva nel biennio, la sanzione prevista andrà da 350 a 1.400 euro.

Codice della strada, auto pi potenti per i neopatentati. Limiti per 3 anni

Il testo illustra le nuove modifiche al Codice della Strada riguardanti le limitazioni di guida per i neopatentati. Attualmente, essi non possono guidare veicoli con una potenza specifica superiore a 55 kW/t per il primo anno, ma con le nuove regole, questo limite sarà esteso a 75 kW/t per i primi tre anni. Inoltre, potranno guidare veicoli più potenti rispetto a prima. Le sanzioni per chi guida con il cellulare in mano sono state modificate, con multe maggiori rispetto alla normativa attuale ma inferiori rispetto a quanto previsto inizialmente.