Final Fantasy VII Rebirth: la polemica della vernice gialla è davvero così futile?

0

La demo di Final Fantasy 7 Rebirth ha riportato all’attenzione il dibattito sul modo in cui i videogiochi forniscono indicazioni sulla direzione da seguire, attraverso l’uso della “vernice gialla”. Nel 2010 si è originato il primo dibattito su questo argomento con The Last Of Us, ma è stato solo successivamente che la scelta di game design ha suscitato critiche da parte di varie software house.

La vernice gialla è stata oggetto di discussione per gli elementi interattivi presenti a schermo e ha diviso l’opinione dei giocatori. Nel caso di Final Fantasy VII Rebirth, la vernice gialla viene utilizzata come guida visiva per indicare le parti dell’ambiente che possono essere scalate. Mentre alcuni giocatori hanno apprezzato questa indicazione visiva, molti ritengono che sia troppo evidente e riduca la sfida del gioco.

Gli sviluppatori hanno commentato il dibattito sottolineando che, durante i playtest e i focus group, molti giocatori hanno incontrato difficoltà nel comprendere la direzione corretta da seguire, causando frustrazione e l’abbandono dell’esplorazione dell’open world. Di conseguenza, è stato deciso di introdurre indicazioni visive chiare per non danneggiare l’esperienza finale del giocatore.

Il dibattito sulla vernice gialla ha richiamato l’attenzione sul remake di Resident Evil 4, dove la vernice gialla veniva usata persino per indicare le scale a pioli utilizzabili per spostarsi fra i vari piani degli scenari. Il dibattito su Final Fantasy 7 Rebirth sembra destinato a continuare fino al giorno della sua uscita ufficiale.

La demo recentemente rilasciata permette di sperimentare alcune parti iniziali del gioco e di ottenere alcuni oggetti esclusivi trasferendo il salvataggio dalla demo alla versione finale di Final Fantasy VII Rebirth.

Final Fantasy VII Rebirth e la futile polemica sulla “vernice gialla”

Il dibattito riguardo alla vernice gialla utilizzata nei videogiochi è tornato alla ribalta con la demo di Final Fantasy 7 Rebirth. Questa indicazione visiva è stata oggetto di critiche da parte dei giocatori, divisi tra chi apprezza la sua utilità e chi la considera un elemento che riduce la sfida del gioco. Gli sviluppatori hanno difeso l’uso della vernice gialla come necessario per evitare frustrazioni e abbandoni del gioco. Hanno inoltre sottolineato che questa scelta non danneggia l’esperienza finale del giocatore e che anche nel gioco originale erano presenti indicatori visivi. Il dibattito sembra destinato a continuare fino all’uscita ufficiale del gioco, mentre la demo offre la possibilità di ottenere degli oggetti esclusivi per chi trasferirà il salvataggio alla versione finale.