Apple Mappe rivoluziona la navigazione in Italia: tutte le novità e le rilevazioni più recenti

0

Tra breve, in Italia ripartiranno le attività di rilevazione di Apple Mappe. Come parte della ricostruzione di Mappe, dal 14 febbraio al 16 luglio, sarà possibile vedere i veicoli Apple che girano per il territorio nazionale. Inoltre, dal 4 marzo al 20 maggio, operatori muniti di zaini portatili appositamente attrezzati per il mapping cammineranno per le strade di Como, Milano, Napoli e Roma.

Negli ultimi anni, Apple ha percorso milioni di chilometri con veicoli dotati di sofisticate apparecchiature e LIDAR per l’acquisizione di immagini al fine di ricostruire le sue Mappe da zero in tutto il mondo. Le nuove mappe sono disponibili per gli utenti anche in altri Paesi come USA, Regno Unito, Francia e Germania. Ogni anno, Apple aggiorna un numero crescente di nazioni.

In Italia, Apple effettuerà rilevazioni sia con veicoli che a piedi al fine di offrire una nuova esperienza di Mappe con una navigazione migliore, più dettagliata e informazioni accurate sui luoghi. Nei luoghi inaccessibili alle auto, come strade pedonali, parchi, piazze e stazioni di transito, Apple utilizzerà un sistema portatile a zaino per raccogliere immagini e dati LiDAR.

Per quanto riguarda la privacy, Apple protegge quella degli utenti sfocando volti e targhe prima della pubblicazione delle immagini acquisite. L’azienda ha dichiarato di condurre rilevazioni del terreno con veicoli e sistemi portatili al fine di raccogliere dati per migliorare le sue Mappe e per supportare la funzione ‘Guardati intorno’.

Tra gli ultimi aggiornamenti integrati in iOS, c’è anche la funzione che raccoglie dati per migliorare le funzionalità legate alla Realtà Aumentata.

Apple Mappe riprende le rilevazioni in Italia

Apple Mappe riprenderà le attività di rilevazione in Italia con veicoli e operatori a piedi. La mappatura avverrà dal 14 febbraio al 16 luglio con veicoli che gireranno per l’Italia e dal 4 marzo al 20 maggio con operatori a piedi nelle città di Como, Milano, Napoli e Roma. Apple utilizzerà sofisticate apparecchiature e LIDAR per acquisire immagini e ricreare le mappe da zero. Le nuove mappe saranno disponibili per gli utenti in diversi Paesi, e la raccolta dei dati avverrà anche con sistemi portatili a zaino. Apple si impegna a proteggere la privacy degli utenti sfocando i volti e le targhe delle immagini acquisite. La raccolta dei dati permetterà di migliorare l’esperienza di navigazione e offrire informazioni più precise sui luoghi.