Addio vecchi PC: Windows 11 non sarà supportato su alcune configurazioni

0

L’attesa per la nuova versione di Windows 11 24H2 è destinata a deludere i proprietari di PC più datati, in quanto non sarà possibile utilizzare il sistema operativo di Microsoft su di essi. Da quando Windows 11 è stato lanciato, Microsoft ha cambiato la gestione degli aggiornamenti, rilasciando piccoli aggiornamenti minori detti “Moment” ogni pochi mesi, riservando invece i grandi “upgrade principali” per l’introduzione di nuove versioni e funzionalità avanzate.

Si sa già che la nuova versione di Windows 11 24H2 sarà rilasciata nell’autunno prossimo, portando con sé alcune importanti novità. Tuttavia, la vera sorpresa è che con questa nuova versione non sarà più possibile installare Windows 11 sui PC più vecchi. Ma quale è il motivo di questa decisione? E soprattutto, quali configurazioni non saranno più compatibili con Windows 11?

L’arrivo di Windows 11 24H2 porterà con sé interessanti funzionalità legate all’intelligenza artificiale. In rete è emersa la possibilità che la nuova versione integri una tecnologia di upscaling basata sull’intelligenza artificiale denominata Super Resolution. Questo sarebbe un grande vantaggio per i videogiocatori PC, in quanto migliorerebbe la grafica e le prestazioni dei giochi, indipendentemente dalla GPU utilizzata.

Allo stesso tempo, i PC con CPU sprovviste dell’istruzione POPCNT non potranno più installare o avviare Windows 11. Questo significa che sui PC con circa 15 anni non sarà più possibile utilizzare il sistema operativo di Microsoft, nemmeno in maniera estremamente lenta.

L’istruzione POPCNT è fondamentale perché serve a contare il numero di bit impostati in un dato numero binario. Questa istruzione è stata introdotta con le CPU AMD “Barcelona” e la prima generazione di processori “Core i” di Intel. Questo significa che i detentori di PC con processori più vecchi saranno tagliati fuori dall’uso di Windows 11 24H2.

In definitiva, con l’arrivo del prossimo grande aggiornamento, i vecchi PC non potranno più installare e utilizzare Windows 11, causando una certa delusione tra coloro che desiderano continuare ad utilizzare il sistema operativo di Microsoft su vecchie configurazioni.

Windows 11 dice addio ai vecchi PC: non funzionerà più su alcune configurazioni

La prossima versione di Windows 11, denominata 24H2, che arriverà in autunno, non sarà compatibile con i PC più vecchi a causa di un’istruzione chiamata POPCNT. Questo significa che i computer con CPU sprovviste di questa istruzione non potranno installare o avviare Windows 11. Questa decisione è stata presa da Microsoft per concentrarsi su configurazioni più recenti e funzionalità avanzate. La nuova versione di Windows 11 dovrebbe introdurre una tecnologia di upscaling basata su intelligenza artificiale chiamata Super Resolution.